Protezione esterna casa

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Certo che proteggere un’abitazione che abbia un’area esterna aperta sembra un’impresa, ma ci sono soluzioni che permettono di proteggere con efficacia queste case in totale sicurezza, ad esempio grazie ad appositi rivelatori per esterno, oggi ne esistono di veramente funzionali e che garantiscono la giusta protezione in base alla conformazione dell’ambiente. Ne affrontiamo uno in particolare che è il rivelatore per esterno 144-21X Daitem, così da valutarne i pro e gli eventuali contro.

Il rivelatore per esterno 144-2X Daitem è un sensore di tipo volumetrico che apre a 90° ed ha diversi livelli di portata per potersi adattare ad ogni ambiente. Le aree esterne variano in base all’abitazione, quindi non ne esiste un tipo standard, ognuna va valutata e realizzata per adattarsi al meglio all’ambiente al quale è destinata. Questo sensore è naturalmente discriminate per animali, come di norma sono tutti i sensori adatti per l’installazione in esterno ma la sua tecnologia limita i falsi allarmi fino ad eliminarli del tutto. Essendo i sensori in commercio di diverse tipologie, prima di procedere all’acquisto dovremo avere ben chiaro in testa come volgiamo che sia la nostra protezione esterna casa.

La valutazione della protezione esterna casa inizia con il tipo di area di cui disponiamo, ossia se questa sia un giardino, un terrazzo oppure un balcone. La differenza è che il rivelatore 144-21X è di tipo volumetrico, quindi il 144-21X è particolarmente adatto ai giardini ed alle terrazze mentre, se si dispone di un’area esterna stretta, come una servitù di passaggio in uso esclusivo, potrebbe tornare utile valutare qualche altro genere di apparecchiatura. Il rivelatore per esterno 144-21X è immune agli animali domestici, quindi il passaggio di uno di questi non desta di norma falsi allarmi.

144-21xVedi le specifiche del rivelatore per esterno DAITEM S144-21X

I rivelatori per la protezione esterna come quello che trattiamo in questo articolo nascono per questo genere di utilizzo, quindi anche i 144-21X non temono i falsi allarmi ingenerati dai comuni agenti atmosferici, sono stagni quindi non necessitano di particolari accortezze per decidere dove installarli. Come la maggior parte di questi sensori la cosa veramente importante è che quando sarà necessario aprirli, ad esempio per la sostituzione della pila di alimentazione del 144-21X, si usi particolare cautela nel richiudere bene il coperchio, affinché il rivelatore rimanga chiuso ermeticamente, l’infiltrazione dell’umidità al suo interno potrebbe infatti inficiarne la funzionalità.

La protezione esterna casa si basa in pratica sulla tipologia dei rivelatori che utilizzeremo e la posizione in cui decideremo d installarli. Il 144-21X ad esempio è di solito posto con la lente verso l’area da proteggere ed ancorato ad un muro della casa oppure ad un apposito sostegno. Il rivelatore 144-21X è particolarmente adatto alla protezione di giardini oppure di terrazze perché la sua portata è regolabile (fino ad un massimo di dodici metri) quindi non rischia che possa andare ad agire sulle proprietà confinanti, inoltre anche la sua sensibilità è regolabile, questo permetterà all’installatore di effettuare varie prove prima di concluderne la configurazione. La copertura da esterno di un’abitazione evita poi che un intruso possa danneggiare gli infissi nel tentativo di entrare in casa.

La protezione esterna casa affidata ai rivelatori per esterno 144-21X potrebbe anche permettere di limitare l’uso di altri componenti per l’interno, limitando di fatto la spesa del sistema originario, pur potendolo poi espandere anche in seguito. Sensori come i 144-21X potrebbero anche permettervi di lasciare inserito l’impianto con il parziale che li coinvolge anche quando siete in casa, in questa maniera verreste avvertiti sia dalla centrale che dall’avvio della sirena per esterno in caso di tentativo di effrazione.

Ricordiamo che per poter accedere a questo genere di protezione, i cui articoli sono visibili al link www.allarmidaitem.it , dovrete essere proprietari esclusivi delle aree in cui andrete a posizionare i sensori per evitare che il passaggio di persone estranee, ma non malintenzionate, possa interferire con il funzionamento dei rivelatori. I 144-21X sono orientabili e limitabili in portata ed intensità ma dovrete installarli in modo da evitare che animali di qualsiasi genere, che abbiano una certa massa, possano sostarvi troppo vicino per non ingenerare falsi allarmi. Come detto, esistono altri tipi di sensori adatti all’uso in esterno, per vederli tutti potrete collegarvi al link della casa madre

.

Abbiamo visto cosa aspettarvi se decideste di proteggere la vostra abitazione con questo sistema. Per ricapitolare potreste evitare danni agli infissi in caso di tentativo, anche non riuscito, di effrazione, che spesso sono tali e tanti da richiedere un grande esborso economico per la loro riparazione. Potreste evitare che un intruso possa avvicinarsi tanto alla casa protetta anche in vostra presenza, mettendolo in fuga per tempo. I rivelatori 144-21x sono soltanto un esempio di quali siano gli articoli adatti allo scopo, li abbiamo scelti come illutrazione perché ne conosciamo l’affidabilità in esterno.

Per potersi adeguatamente proteggere non è sempre necessario spendere molti soldi ed allarmare tutti i punti della nostra casa, questo sarebbe veramente improponibile, spesso è sufficiente trattare quelli realmente o maggiormente a rischio di effrazione e di norma la regola è che meno l’intruso si avvicina e meglio è, anche perché eviteremo a prescindere situazioni di pericolo. Le case protette con i sistemi da esterno permettono di vivere con tranquillità gli ambienti allarmati anche rimanendo in casa, d’inverno in cui i rumori provenienti dall’esterno si sentono meno e d’estate in cui magari rimaniamo in casa con le finestre aperte.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn