Micromoduli radio – Hager

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Per realizzare quale tipo di sistema si utilizzano i micromoduli radio?

Per domotizzare, ossia per rendere una casa intelligente, in grado di far combaciare comfort e sicurezza per una soluzione abitativa moderna.

La domanda è questa, una casa domotica ed intellligente, ma la risposta?

Smart Home Hager Bocchiotti è la soluzione per la gestione di tutte le automazioni dell’abitazione.

Micromoduli radio per casa automatizzata

Un esempio di casa automatizzata?

La creazione di scenari personalizzati in base alle diverse richieste.

Questa è una delle realizzazioni che si possono ottenere con il sistema radio KNX tebis.quicklink.

Le dimensioni ridotte dei prodotti di questa gamma ne fanno una soluzione ottimale in caso di ristrutturazioni e di installazioni.

Questo perché non sono necessarie opere murarie e non c’è necessità di sostituire la serie civile già presente nell’impianto.

Ovviamente i prodotti della gamma possono anche essere utili come completamento di impianti KNX a filo.

La gamma di micromoduli radio Hager permette la gestione di tutte le automazioni dell’abitazione, come:

  • l’illuminazione (si può scegliere tra i comandi ON/OFF e dimmer);
  • le tapparelle;
  • le veneziane;
  • i carichi generici attraverso le prese comandate.

Sulla base delle diverse esigenze di ogni famiglia, si possono creare scenari  personalizzati ma anche attivare simulazioni di presenza temporizzate durante le 24 ore.

Si possono adattare all’impianto esistente?

I mocromoduli radio KNX sono realizzati con un design moderno e funzionale oltre ad aessere ultra compatti.

Questo li rende collocabili all’interno di scatole di derivazione e/o da incasso e dietro ai frutti delle serie civili già presenti nell’impianto di casa.

Specifiche dei micromoduli radio

I moduli della linea radio KNX possono essere programmati sia attraverso il configuratore easy TXA100 ed il software ETS, che in modalità quicklink.

La modalità quicklink si basa sull’apprendimento dei comandi attraverso la pressione dei pulsanti di configurazione che si trovano su tutti i prodotti.

In caso di impianti KNX realizzati per intero con soluzioni quicklink non sono necessari particolari configuratori o specifici software.

Tutti i prodotti a marchio quicklink che fanno parte dell’impianto sono compatibili tra loro e possono essere programmati usando questa modalità.

I micromoduli di tipo ON/OFF dispongono della funzione zero-crossing.

Questa funzione permette un controllo più sicuro su carichi induttivi come le lampade Led.

Le versioni con collegamento a 2 fili risultano molto pratici per domotizzare un punto luce ON/ OFF preesistente ma anche per renderlo di luminosità variabile attraverso un dispositivo dimmer.

I micromoduli radio KNX quicklink sono bidirezionali con frequenza a 868,3 MHz.

Hanno una portata che può arrivare anche fino a 100 metri in campo libero e fino a 30 metri in ambienti chiusi.

Offrono la possibilità di attivare la funzione ripetitore che permette l’estensione della portata radio fino a diverse centinaia di metri.

La gamma si compone di:

  • ricevitori;
  • trasmettitori;
  • ricevitori/trasmettitori.
  • Completano l’offerta:
  • telecomandi fino a 18 canali;
  • dispositivi di ingresso e di uscita (da incasso e da esterno con grado di protezione IP55);
  • prese comandate di tipo Schuko;
  • contatti magnetici per i varchi come le porte e le finestre;
  • crepuscolari per la gestione delle veneziane;
  • pulsantiere da parete;
  • rilevatori di movimento (sia dotati di luce proiettore a Led e CFL che non).

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn